La Celebrazione

IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Ecco la novità: Dio è aperto, Dio è amore. Lo portano sul ciglio del burrone, forse ha guardato giù... ma..."La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare!". E si gira, passa in mezzo a loro e si mette in cammino. L'amore cammina anche in mezzo al rifiuto, perchè ti rende capace di volare! Questa è la novità: vertigine di Dio! Dio è amore... voglia di volare!

Signore Gesù, profeta rifiutato in patria, ti preghiamo affinchè la Chiesa metta sempre più attenzione nell'annunciare il Vangelo. Sostieni i vescovi del Venezuela che hanno lanciato ieri un nuovo accorato appello, citando Romero, a fermare le violenze contro la popolazione. Donaci il coraggio di camminare con te non fuggendo mai dal mondo.

Signore Gesù ti ringraziamo perché il tuo amore per noi è smisurato, nonostante noi prima ti acclamiamo e subito dopo vorremmo gettarti giù dal dirupo, tu ci passi in mezzo, entri nella nostra umanità, tocchi i nostri cuori e ci fai sentire il tuo amore di Padre. Noi ti lodiamo Gesù, tu sei misericordia infinita perché anche se vorremmo un Dio a modo nostro, continui ad annunciare la tua Parola che penetra nella nostra mente e nel nostro cuore, donando luce a tutti. Lode e gloria a te Signore Gesù. Daniela

 scarica il documento

MARIA MADRE DI DIO

Oggi si compie il tempo in cui Dio manda il suo figlio Gesù in mezzo a noi. Nato da Maria e sotto la legge per riscattarci dalla schiavitù e per renderci figli di Dio. Apriamoci a questa novità e Dio ci sorprenderà con il suo amore. Venerina

Preghiamo per i tanti martiri della Chiesa di oggi e per Papa Francesco molto contrastato da una chiesa conservatrice e lontana dal nostro tempo, come ha affermato il Papa oggi ci sono più martiri che nei primi tempi della Chiesa. Seguendo l'esempio di Maria, immagine e modello della Chiesa, possa essere sempre docile all'ascolto della Parola e portare a tutti gli uomini il dono di Gesù Salvatore. Enza

Ti ringraziamo che in questo giorno ci inviti a ritornare con gioia, fede e coraggio alla grotta del bambinello Gesù, per ascoltare, con il silenzio, la luce, l'armonia e la bellezza della strada che stiamo percorrendo, la voce di Dio che parte proprio da lì. Grazie che in Maria hai mostrato che il tuo amore supera ogni nostro sogno e speranza. Donaci la forza di non arrendersi mai di fronte alle ingiustizie e ai dolori del mondo, per impegnarci giorno per giorno a costruire nel mondo la tua pace. Lode e gloria a te Signore Gesù. Maria Grazia

 scarica il documento

SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

Perché mi cercavate? Per Gesù è naturale doversi occupare delle “cose del Padre”, ma non è lo stesso per Giuseppe e Maria che non capiscono fino in fondo ciò che Gesù dice, ma nonostante ciò hanno accettato, per fede e per amore, di vederlo compiere la sua missione. Ecco l’amore: accettare e amare senza capire, solo così tutto diventa possibile!  Daniela

Oggi nel sacrificio del Pane e del Vino doniamo a Te l'immenso dolore della famiglia di Italo, della sua mamma Mariella e di Mery. I tuoi pensieri Signore sono imperscrutabili e non ci rimane che solo offrirti il dolore di chi soffre e geme certi che, come il chicco di grano che muore e porta frutto, così in queste vicende così assurde si nasconde una volontà di Luce, dona a questa famiglia così provata la forza della fede, a Ruben e Vincenzino la forza del tuo amore perchè la generosità e la solidarietà che ha contraddistinto Italo, preziosa eredità, continui nella loro vita e li renda più forti della morte, a Italo che ci guarda da lassù, donagli la gioia del Paradiso e sia un Angelo che custodisca e protegga la sua famiglia.

Grazie Gesù, sei venuto nel mondo a portarci la gioia, la luce, la vita, la salvezza per sempre. Grazie Bambino divino, hai scelto una madre e un padre terreni perchè noi fossimo divini. Ti sei fatto uomo nascendo in una famiglia normale che possiamo avere sempre come modello di riferimento, perchè hai vissuto e sperimentato tutte le debolezze e tutte le ricchezze che ogni giorno sperimentano le nostre famiglie. Ti ringraziamo Gesù perchè crescendo con Maria e Giuseppe in obbedienza, sottomissione e spirito di servizio, ci insegni che: donare, accettare, obbedire, sono vocaboli importanti perchè le nostre famiglie siano autentiche scuole d'amore. Grazie Gesù. Lode e gloria a te Signore Gesù. Carmelina

 scarica il documento

NATALE

Natale è la festa della gioia, è la festa del sorriso. Non di un sorriso qualsiasi, ma il sorriso di un Dio Bambino. Natale è questa gioia che solo Dio può donarci davvero e per sempre nelle piccole o grandi cose della vita che ci possono capitare. Se poi vogliamo assaporare la gioia piena non ci resta che essere come i pastori, docili alla voce del Signore ed andare, alla grotta di Betlemme con la fede e con potenza di quell'amore che trasforma in gioia ogni dolore. Carmelina

Gesù Verbo e Luce di Dio, tu Bambino di Betlemme ti preghiamo per tutti i bambini del mondo che vivono la sofferenza della malattia, della fame, della violenza come per due gemellini nella tragedia a Monterotondo dove in un rituale di circoncisione uno è morto e il fratellino è in gravi condizioni. Ti preghiamo o Signore affinchè ci siano persone amorevoli e protettive, aiutaci Gesù a difenderli da coloro che vogliono far loro del male. Caterina

Grazie Signore Gesù perchè vieni ancora una volta a nascere nei nostri cuori, grazie a Te, tutti, nessuno escluso, siamo stati salvati. Grazie perchè col tuo raggio di sole nascente illumini la nostra vita. Grazie Bambino Gesù, perchè hai preso forma umana, per essere più vicino a noi, per camminare con noi e per morire per noi. Ti sei incarnato in una mangiatoia, in un piccolo villaggio della Giudea, per donarci la vita. Ti rendiamo grazie Bambino Gesù perchè sei nato nell'umiltà, e ci dai la possibilità di liberare il nostro cuore dai mille macigni, e poter accoglierti per risollevarci dalle nostre tenebre. Venerina

 scarica il documento

IV DOMENICA D’AVVENTO

La liturgia della Parola di Dio, ci porta davanti alla grotta di Betlemme, per farci contemplare la Vergine Santissima, in attesa di dare alla luce Gesù, il Figlio di Dio, l'atteso Messia. La Madre della Misericordia, Maria di Nazareth si presenta nel suo ruolo e missione di Madre proprio nel mistero dell'incarnazione del Figlio di Dio, nel suo grembo verginale, per opera dello Spirito Santo. Maria Grazia

Nel messaggio di Natale del custode della Terra Santa: "Il Bambino Gesù illumina la notte dell'umanità", preghiamo il Signore affinchè possa la sua luce entrare nella coscienza e nell'esistenza di ognuno di noi, nelle nostre famiglie e nelle nostre comunità per renderci come Maria ed Elisabetta capaci di contemplare e benedire le sue grandezze. Giusy

Ti ringraziamo Signore Dio per la tua fedeltà, quella fedeltà che scorgiamo nell'incontro tra Maria ed Elisabetta ci fa fare esperienza della tua fecondità e di quanto sia immensa la Tua potenza. Lode a Te Dio Onnipotente ed eterno, tu vivi sempre in noi e non escludi nessuno dalla tua benedizione e da creature che eravamo ora siamo tuoi figli. Gloria a te Gesù che vieni nel mondo in povertà e umiltà, tu uomo tra gli uomini sei il verbo disceso dal cielo, creato e fecondato dallo Spirito Santo nel grembo della Vergine Maria. Grazie, grazie a te Emanuele Dio con noi che porti all'umanità ferita l'amore, la luce, la gioia, la salvezza, le tue braccia aperte che ci aspettano sono segno di speranza e di regalità. Caterina

 scarica il documento